Eritritolo

Beta D Glucano d’avena.

martedì 14 novembre 2017

Beta D Glucano d’avena.

Con il termine beta-glucani si indica una una classe di polisaccaridi, non digeribili, ampiamente diffusi in natura e presenti in sostanze alimentari quali avena, orzo lieviti, batteri, alghe e funghi.
Sono primariamente localizzati nella parete cellulare dell’endosperma. Nello specifico, Il beta-glucano dell'avena si trova nella parete cellulare dell'endosperma dell'avena ed è un polisaccaride viscoso costituito da unità di D-glucosio.

La Food and Drug Administration (FDA), attraverso una normativa emanata nel 1998, ha permesso di apporre sulle confezioni di cibi contenenti fibre solubili derivate dall'avena le rivendicazioni di benefici per la salute. Questi prodotti, infatti, in associazione a una dieta povera di grassi saturi e colesterolo, possono ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.
Tra i prodotti nei quali è possibile identificare tale polisaccaride troviamo pasta, prodotti da forno, biscotti e integratori alimentari.

Inoltre, il beta-glucano dell’avena può avere attività ipocolesterolemica e regolatoria del glucosio. L’esatto meccanismo che chiarisca l’azione ipocolesterolemica del betaglucano dell'avena non è chiaro.
Non sembra, infatti, avere alcun effetto sulla biosintesi del colesterolo; favorisce, tuttavia, l'escrezione degli acidi biliari, in grado spiegare la sua azione di diminuzione dei livelli di colesterolo.
Anche il meccanismo della possibile azione glucoregolatoria del betaglucano dell'avena non è ben chiaro. Può ritardare il tempo di svuotamento gastrico e, di conseguenza, influenzare la velocità di assorbimento del Dglucosio da parte del piccolo intestino. Un altro possibile meccanismo riguarda la caratteristica del beta-glucano di essere altamente viscoso ritardando per questo l’assorbimento del glucosio.

Possiede inoltre attività immunomodulatoria, in grado cioè di variare l’attività del sistema immunitario, scoperto grazie sperimentazioni in colture in vitro e in vivo nel topo.
Il meccanismo d’azione necessita ulteriori delucidazioni ma sembra sia attivo nello stimolare i macrofagi a rilasciare alcune citochine, come la interleuchina (IL)-1 e il fattore di necrosi tumorale (TNF)-alfa. Indubbia comunque la sua attività benefica, viene infatti proposto da AVG per arricchire nutrizionalmente alcuni prodotti tradizionali e promuovere per questo uno stile di vita sano.
Il principio commercializzato proviene da un fornitore europeo di altissima qualità certificata che utilizza materie prime non-OGM.



Per richiedere informazioni e materiale di approfondimento scrivi a info@avgsrl.it

Scopri di più!

I nostri prodotti

Ricerca i nostri attivi

Parliamo di...

La proteina del pisello.

La proteina del pisello.

AVG presenta una valida alternativa per chi non vuole assumere proteine animali, la proteina del pisello. Una proteina ricca di arginina, gluttammina e lisina.

Leggi
Speciale: Attività fisica.

Speciale: Attività fisica.

La pratica sportiva, a qualunque livello essa sia praticata, esige però dall'organismo un impegno supplementare che porta a maggiori esigenze di nutrienti. Per questo alcuni sportivi integrano all’esercizio l’assunzione di integratori proteici. Tra le numerose opzioni, AVG presenta due proteine di origine vegetale e totalmente naturali: la proteina dell’avena e la proteina del pisello.

Leggi
è una divisione di AVG s.r.l. | P.IVA 03535230969 | REA MI 1682944 | cap. soc. i.v. € 10.000,00 | © Copyright 2009-2014 AVG s.r.l. tutti i diritti riservati | Privacy